Tom Kenyon
Archivio italiano

L’Estasi e il Cuore

Gli Hathors – 18 Aprile 2005
Canalizzati da Tom Kenyon

In questa sezione desideriamo parlare con voi in merito alla creazione dell’estasi per mezzo della concentrazione sul cuore. In questo frangente non parliamo del chakra del cuore, ma ci riferiamo piuttosto al cuore fisico, il muscolo cardiaco.

Questa tecnica implica la vostra concentrazione, o attenzione, unita all’emozione della gratitudine, o riconoscenza – come preferite chiamarla.

Non appena concentrate la vostra attenzione sul cuore, potete notare un flusso di energia sottile.

Dalla nostra prospettiva, la concentrazione della vostra attenzione agisce in modo molto simile al punto centrale di un vortice di energia. Questo è vero in modo particolare dentro il vostro corpo fisico e nel campo che circonda il vostro corpo – il vostro campo energetico – quella che gli antichi chiamavano aura.

La vostra abilità di creare un punto focale dell’attenzione non è soltanto un’attività cerebrale, del cervello. È un’attività su più livelli di coscienza. Ovunque poniate la vostra attenzione, dentro il vostro corpo, o dentro il campo di energia del vostro corpo, c’è un flusso immediato di energia sottile verso quel punto, o area, che ha un effetto rivitalizzante sulle cellule del corpo e/o sulle fibre di luce splendente che costituiscono il vostro corpo energetico.

La vostra concentrazione, veramente, crea un effetto curvatura ai livelli subatomici, ciò che voi definireste effetti del campo quantico. Questi effetti campo creano flussi distinti di energia, geometria e armoniche dentro di voi.

Alterare il campo quantico attraverso il potere della vostra concentrazione è una capacità importante che vi sollecitiamo a padroneggiare. Le sue applicazioni sono innumerevoli e la pratica dell’estasi è solo una di esse.

In questo metodo, voi utilizzate questa capacità di mantenere la concentrazione o l’attenzione, unita con l’emozione della riconoscenza o della gratitudine. Queste due emozioni hanno un effetto coerente sul vostro campo energetico e sulle emanazioni magnetiche ritmiche del vostro cuore fisico. Tale combinazione di concentrazione ed emozione coerente può essere utilizzata per generare stati elevati di estasi.

Come abbiamo spiegato in precedenza, la creazione di stati estatici di coscienza è un importante catalizzatore evolutivo. Vi suggeriamo caldamente di imparare a creare stati di estasi durante l’arco della giornata.

Ci rendiamo conto che, per molti di voi, la vita quotidiana può non rendervi inclini alla pratica di tali stati, ma vi sollecitiamo a trovare dei momenti, durante la giornata, in cui potete esercitarvi a raggiungere questi stati per almeno una manciata di minuti. Poco tempo trascorso in estasi è meglio di niente.

Questa pratica metterà in moto un’armonica o una relazione con la Terra, come essere vivente e cosciente, e con le onde armoniche dell’evoluzione catalitica che stanno fluendo attraverso la vostra galassia.

Con questa tecnica voi concentrate la vostra attenzione sul cuore fisico. Nel concentrare la vostra attenzione su questa parte, generate il sentimento di riconoscenza e gratitudine. Non è tanto il pensiero della riconoscenza e della gratitudine, quanto piuttosto l’emozione. Con questo metodo, il pensiero non attiverà le energie sottili necessarie a generare l’estasi, soltanto il sentimento è in grado di attivare i vortici di energia dentro di voi.

Mentre vi concentrate sul cuore fisico e generate il sentimento di riconoscenza, o gratitudine, un’onda di energia inizia a fluire attraverso il corpo – trasportato dai campi magnetici del cuore, che si diramano dal cuore fisico verso l’esterno, fino ad avvolgere tutto il vostro corpo. Quando il flusso di energia inizia ad attraversare il corpo c’è una manifestazione spontanea di estasi – estasi cellulare.

Fate esperimenti con questa tecnica. Percepite ciò che avviene nel vostro corpo quando vi concentrate sul vostro cuore e generate questi sentimenti di riconoscenza e gratitudine. Sentite fisicamente cosa sembra che accada a livello cellulare, mentre i tre miliardi (circa) di cellule del vostro corpo ricevono questa energia coerente di gratitudine e riconoscenza.

Una volta che avete consolidato la capacità di creare l’estasi di cui sopra, e siete in grado di generare estasi ogni qualvolta lo vogliate – a comando – iniziate a fare esperimenti con il vostro campo energetico – quello che alcuni definiscono il corpo di energia sottile.

Lavorando con questo metodo, la vostra attenzione è nuovamente sul cuore, generando sentimenti di riconoscenza e gratitudine. E mentre percepite l’estasi che inizia a salire nel vostro corpo, spostate l’attenzione al campo che circonda il vostro corpo. Questo campo di energia, per chi è chiaroveggente, somiglia molto ad un uovo luminescente. La parte più larga di questa forma a uovo è in alto, intorno alle spalle, mentre quella più stretta è intorno ai piedi. Attraverso il centro di questo campo corre una linea centrale, o asse, che attraversa anche il centro del vostro corpo fisico, dalla cima del capo fino al perineo. Questa linea è l’asse centrale del campo magnetico che forma il corpo di energia sottile. Tale corpo, o campo, si estende sopra il capo e al di sotto dei piedi, da pochi centimetri a molti metri. In determinati stati ad alta carica energetica, l’asse e il corpo di energia sottile possono espandersi ancora oltre.

Portando la vostra attenzione su quest’asse centrale e sul campo che circonda il vostro corpo, permettete all’estasi di dirigersi dal corpo fisico al campo. Ciò è molto positivo e crea potenti schemi armonici che vi portano in risonanza con le onde di evoluzione accelerata che stanno fluendo nella vostra galassia.

Non sottovalutate i poteri di questa tecnica. Nonostante sia molto semplice, è profonda ed efficace. Essa vi condurrà in uno stato più elevato di risonanza e vibrazione. E questo, dal nostro punto di vista, è cruciale per attraversare i portali energetici e le energie di trasformazione che la vostra Terra sta sperimentando e continuerà a sperimentare.

Ci sono cose che vorremmo dirvi riguardo alla vostra natura e al vostro destino, ma, con ogni probabilità, vi risulterebbero incomprensibili a meno che non vi troviate, come minimo, in uno stato di estasi.

Il motivo è che il punto di riferimento per la coscienza non è stabilito unicamente dalla convinzione, ma anche dalle armoniche emotive personali. E se non foste in uno stato di estasi, sarebbe come descrivere il sorgere del sole ad un cieco che non ha la capacità di percepire direttamente ciò di cui parlate. Per una persona di quel genere voi stareste descrivendo un mondo fittizio. Ma se improvvisamente quella persona fosse in grado di vedere, lui o lei potrebbe avere la percezione diretta del sole e verificare che la vostra descrizione del mondo era accurata. E ciò che una volta era destinato a rimanere nel regno del mito, verrà visto come reale.

Dunque, vi lasciamo in questo momento con quello che potrebbe sembrare un mito, ma che noi riteniamo auto comprovante. Voi siete esseri creatori intenti a creare il vostro futuro e il futuro delle generazioni che devono ancora venire. Voi conservate nel cuore una chiave per il Mistero dei Misteri. E la soglia, il varco verso questo mistero risiede nella vostra capacità di entrare in estasi. Siate audaci e trovate il vostro cammino, il vostro modo di vivere diretto verso questo stato elevato dell’essere. Sappiate, comunque, che l’estasi non è il capolinea. Non è che l’inizio.

Provate il metodo che vi abbiamo esposto qui. Fate esperimenti con i metodi che vi abbiamo fornito in precedenza che vi daremo in futuro. Entrate nell’estasi ogni volta che potete. Sappiate che, quando lo fate, entrate in comunione con tutti gli esseri e maestri elevati che hanno servito e servono l’umanità. Sappiate che, quando lo fate, entrate in comunione con il vostro Sé.

Con gioia e risate.

Gli Hathors