Tom Kenyon
Archivio italiano

In Sella ai Venti del Cambiamento

Gli Hathors – 20 Luglio 2008
Isola di Paros – Grecia

Desideriamo esaminare diversi aspetti della reazione psicologica umana ai cambiamenti planetari e interdimensionali che si stanno verificando al momento. Gli individui sensibili sono i più inclini a questo tipo di reazioni, tuttavia esse si stanno manifestando anche il coloro che sono spiritualmente inconsapevoli e concentrati principalmente sulla realtà materiale.

Ciò che stiamo descrivendo è una sensazione generale di scoraggiamento che, per qualcuno, sconfina nella disperazione; la sensazione che non si possa fare nulla per modificare il corso degli eventi. Per alcuni questo conduce ad una sorta di depressione, una mancanza di motivazione e, ciò che dava significato, scopo e gioia alla vita, ora sembra vuoto.

Per altre persone è la sensazione di essere estremamente disconnesso dalla propria vita, come se stessero guardando un film. Continuano a svolgere le azioni quotidiane, ma senza metterci il cuore. Altri, che sono connessi consapevolmente con il tessuto della vita, trovano particolarmente difficile sopportare la perdita di specie, la distruzione dell’ecosistema. Per coloro che sono concentrati soprattutto sulla realtà materiale, la vita 3D che vivono, questi momenti provocano un’ansia crescente per le questioni finanziarie di cui parlammo tempo fa, che ora sono imminenti e che potranno solo peggiorare.

In aggiunta, le onde evolutive e catalizzatrici provenienti dallo spazio profondo, che abbiamo già citato in precedenza, continuano ad aumentare. Coloro che tentano di controllarvi attraverso l’economia, la politica e la religione, si trovano sempre più in difficoltà, eppure stanno potenziando i loro sforzi e alcuni individui che sono consapevoli di queste tensioni, si sentono presi in mezzo.

Perché, effettivamente, dal punto di vista di spazio e tempo, voi siete presi in mezzo. Siete presi in mezzo alla tensione fra evoluzione e involuzione, parlando spiritualmente. Siete nel punto centrale di tempo e spazio. Questo, a livello energetico, è un punto intenso in cui trovarsi e, dal punto di vista dell’anima, cioè la scintilla di coscienza che voi siete – la vostra realtà interdimensionale, o comunque desideriate definirvi, questi sono tempi intensi e potenti.

Secondo noi non c’è nulla che un individuo possa fare per prevenire la disgregazione di ciò che deve necessariamente disgregarsi. I cambiamenti planetari sono imminenti. Se sarete capaci di intraprendere azioni individuali e collettive, alcune delle forme più intense del cambiamento distruttivo potranno essere attenuate o mitigate. Ma alcune non possono essere fermate o, per essere più precisi, è meglio dire che è improbabile.

La vostra opportunità come anima – come essere spirituale che vive una vita umana – è quella di navigare attraverso questi cambiamenti, in modi che vi rafforzano e vi elevano, anche quando chi vi sta intorno sembra precipitare in una spirale di negatività, disperazione e azioni basate sull’autodistruzione. Quando osservate la collettività umana e vedete l’autodistruzione, l’ostinazione a non cambiare, la tendenza alla stupidità, guardate anche voi stessi, perché gli stessi semi sono anche dentro di voi.

In precedenza vi abbiamo fornito la nostra visione di ciò che vi riserverà il prossimo futuro e non lo ripeteremo. Se siete interessati potete consultare gli archivi. Ciò che ci preme comunicare in questo momento è come dovete trovare il coraggio spirituale per sollevarvi, mentre molti intorno a voi sembrano cadere. E per cadere intendiamo precisamente lo spostamento verso stati inferiori di qualità spirituale.

Come veleggiare attraverso la vita, su un mare pieno di paura, ostilità, paranoia, costrizione, bugie e manipolazioni?

Il viaggio di un Iniziato, cioè un percorso di vita per elevare la coscienza, senza tenere conto del lignaggio spirituale o dei modi per descriverlo, è molto semplicemente il passaggio attraverso la cruna dell’ago, o l’occhio del ciclone.

Permetteteci di utilizzare la metafora degli uragani o dei cicloni – poiché essi aumenteranno per numero e intensità. Se siete nel bordo della tempesta, siete esposti al potere distruttivo del vento e dell’acqua. Ma se siete nell’occhio del ciclone, paradossalmente, c’è calma. Potete vedere il perimetro della tempesta come un cerchio all’orizzonte, ma nel centro tutto è fermo e calmo.

Quel punto centrale della tempesta è dove dovete trovarvi, secondo noi. Questo è il cammino dell’Iniziato, il maestro spirituale. Non ve lo può insegnare nessuno. Nessuno vi può salvare dalle tempeste in arrivo per voi, e con questo intendiamo sia le tempeste esteriori del vostro tempo atmosferico, della vostra politica e della vostra economia, ma anche le tempeste interiori, i vostri conflitti emotivi e psicologici, perché vivete immersi in un mondo che si sta dissolvendo in un mondo nuovo, che non si è ancora formato. C’è poco terreno solido, lì, e questi stati cognitivi generano ansia nella maggior parte degli umani.

Molti di voi non hanno imparato a danzare con grazia insieme al caos, ma non siate preoccupati, perché presto avrete molte lezioni di ballo e molte opportunità per stare in pace con la compagna del caos, il vortice dell’incertezza.

In quei momenti sarà più facile arrendersi alla spirale discendente che vivere spinti verso l’alto. Eppure, vivere in una coscienza elevata è il motivo per cui siete qui in questo momento – dal nostro punto di vista.

Sulla terra è in atto una battaglia per il vostro stesso spirito, il vostro cuore e la vostra mente. Abbiamo già parlato in merito alla natura di questa manipolazione, quindi non occorre che ne parliamo qui. Di nuovo, se siete interessati vi rimandiamo agli archivi. Il punto essenziale che vogliamo sottolineare è che questo è un momento per sollevarvi, per salire al livello spirituale, per trovare in voi stessi il coraggio spirituale di non soccombere alla spirale discendente, per trovare un modo di vivere elevandovi, anche in mezzo all’aumento del caos, delle difficoltà e degli apparenti disastri.

Diciamo apparenti disastri, perché, a livello interdimensionale, gli eventi che anno luogo nella vostra vita, come catastrofi, tempeste, carestia, perdita di lavoro e via dicendo, sono di natura multidimensionale. Sicuramente, dallo spazio localizzato del vostro essere, che è racchiuso nel tempo e nello spazio, il vostro sé corporeo, tali eventi sono difficili da affrontare e sono catastrofi di varia intensità. Ma dal punto di vista del vostro sé interdimensionale – la vostra anima, la scintilla di coscienza, comunque vogliate definirla – questi eventi sono opportunità di crescita immensa e di accelerazione dell’evoluzione spirituale.

Non è la situazione in cui vi trovate che vi lega, è il modo in cui la vedete che vi tiene imprigionati o vi libera.

Così, in qualunque situazione veniate a trovarvi nei prossimi anni, vi diciamo che ci sono molte porte che conducono alla libertà di coscienza. Alcune di queste porte comporteranno un nuovo modo di interagire con chi vi sta vicino – uscendo dalla scatola della percezione che vi hanno rifilato.

Alcune di queste porte avranno qualcosa in comune con quelli che voi definite nemici. Alcune di esse sono personali e sono semplicemente lo spazio di una nuova relazione fra voi e le vostre realtà interdimensionali. Alcune di queste porte vi condurranno all’interazione con i problemi di questa terra, dell’umanità, a scoprire nuovi modi per risolvere i problemi, che siano al di fuori dei limiti del vostro attuale modo di pensare e alcune di queste porte vi condurranno oltre la terra, in altre realtà spirituali. Le porte che scegliete vi conducono a nuovi destini.

Se continuate a usare le porte che vi sono state date dalla vostra cultura, per mezzo di bugie e manipolazioni, sarete partecipi di un’enorme catastrofe. Ma desideriamo che capiate chiaramente un fenomeno della creazione. Le porte che aprite vi condurranno ad un destino che è unico, anche se molti accanto a voi varcheranno altre porte. In altri termini, non fatevi incantare dall’ipnosi si massa di quale porta dovreste aprire e attraversare.

Ciò che intendiamo parlando della porta dell’ipnosi di massa, è che coloro che desiderano controllarvi attraverso l’economia, la politica e la religione, lo fanno per mezzo di suggestioni più o meno sottili. Non sta a noi dirvi quali porte dovreste aprire, poiché è compito vostro come maestri spirituali, ma possiamo dirvi l’ovvio.

Ogni porta conduce ad una destinazione, o destino, unico e potete scegliere porte che vi conducano verso la gioia e la felicità, anche se altri scelgono porte che li conducono alla disperazione e alla tristezza. Di nuovo, non è la situazione che vi lega, è la vostra percezione.

Cerchiamo di essere un po’ più concreti, qui. Diciamo che avete perso il lavoro, la fonte del vostro guadagno. È una situazione molto difficile, che provoca ansia. Il panico è una delle porte a vostra disposizione. L’accusa è un’altra porta disponibile. Anche la curiosità riguardo a ciò che potrebbe aprirsi successivamente è un’altra porta per voi disponibile. Se scegliete la porta della curiosità, vi aprite a nuove possibilità. Allora non dovrete rinchiudere la vostra coscienza giù, nelle vibrazioni basse del panico, della rabbia e della colpevolizzazione. Di tanto in tanto queste potrebbero emergere, ma se vi mantenete concentrati sulla curiosità riguardo a ciò che il caos vi porterà successivamente, potete scoprire nuove soluzioni ai vostri problemi in modo molto più rapido.

La coscienza umana ha la tendenza a ripetere vecchi schemi; questo si basa sull’aspettativa, che è una forma di memoria radicata nell’illusione del tempo, come voi lo percepite. È possibile prendere la scorciatoia nella vostra percezione del tempo e accelerare la soluzione di problemi in modo più rapido di quanto succederebbe di solito, ma si fa attraverso la porta della coscienza, che solo voi potete aprire. Viene fatto attraverso l’intenzione e l’azione personale.

Ci rendiamo conto che ci sono molti livelli di comprensione da parte di coloro che leggono queste parole. La sfida per noi è di comunicare qualcosa che sia efficace per tutti quelli che leggono. Alcuni di voi sanno già esattamente di che cosa stiamo parlando e sanno che ci sono porte, dentro di voi, che potete aprire e che vi condurranno verso destini più elevati, soluzioni più rapide ai problemi, senza rimanere impantanati come molti di quelli che vi circondano.

Alcuni di voi pensano e sentono di non avere diritto alla felicità o alla libertà di mente e cuore, mentre altri soffrono o sono imprigionati. Ma noi vi diciamo che il servizio più grande che potete rendere ai vostri colleghi umani è di liberarvi dalla prigionia della coscienza limitata, perché allora potrete interagire con gli altri in modi nuovi e, tramite queste interazioni, si possono svelare nuove porte.

E così, quando vi trovate scoraggiati, delusi, disconnessi e senza alcun desiderio di vivere, rendetevi conto che avete semplicemente varcato una delle porte della vostra coscienza e che ci sono forze che celebrano la vostra apatia, perché così siete più facili da controllare. In questi momenti in cui riconoscete di essere in una espressione a bassa vibrazione del vostro potenziale, cogliete il momento, uscite da quella porta ed entrate in un’altra.

Ora, le difficoltà che qualcuno di voi potrebbe incontrare, possono far sembrare preclusa ogni scelta nella vostra realtà esterna, ma noi vi diciamo che il potere della scelta risiede dentro di voi, indipendentemente dalle condizioni in cui vi trovate. Nei momenti di massima difficoltà, quando tutte le porte sembrano chiuse, per voi, quando sembra che non ci siano opzioni disponibili, noi abbiamo un suggerimento semplice. Può sembrare banale e troppo facile, ma non è che un punto su cui far leva. Perché tutto ciò che serve per cambiare la situazione è un piccolo movimento della coscienza e allora, quando accumulate questo movimento, dentro di voi si scatenano grandi poteri. Ma fino a quando non fate un movimento dentro di voi, di qualsiasi genere, nulla può cambiare.

E così, questo è il nostro consiglio su come creare un piccolo movimento dentro di voi, quando ogni altra cosa ha fallito. Persino in mezzo al tormento personale, alle difficoltà esterne, qualunque aspetto assuma la difficoltà, trovate qualcosa da apprezzare.

Potrebbe essere semplice come il fatto che potete respirare, o, se il vostro respiro è limitato, quando riuscite a prendere fiato, lo apprezzate. Oppure si potrebbe apprezzare un colore del cielo o qualcosa che vi ha fatto ridere. Ciò che conta, qui, è che quando tutte le opzioni sono chiuse, se trovate qualcosa per cui provare riconoscenza, non importa quanto sia piccolo, avete creato un piccolo movimento nella coscienza e con quel movimento si possono sviluppare molte cose.

Noi percepiamo che alcuni di voi cavalcheranno le tempeste che incombono su di voi, i venti del cambiamento, con più grazia di altri. Ma anche voi, che vi considerati spiritualmente evoluti, potreste essere sfidati, di tanto in tanto, mentre il vecchio mondo si dissolve in qualcosa di nuovo. E sentiamo che alcuni di voi saranno afferrati dalla presa dei tempi caotici ed è nostra speranza che vi ricorderete di questo semplice suggerimento e che vi ricordiate di trovare qualcosa da apprezzare e con quel moto di coscienza troverete nuove porte da aprire.

Nei nostri cuori, nelle nostre menti, abbiamo la visione di nuove e grandiose realtà per voi e per la vostra famiglia umana. Possa essere così. Possiate renderla così.

Gli Hathors – 20 Luglio 2008

Isola di Paros – Grecia