Tom Kenyon
Archivio italiano

Crescente Intensità del Nodo Caotico: Il Golfo del Messico

Gli Hathors – Attraverso Tom Kenyon

23 Giugno 2010
Traduzione in Italiano di Nicoletta Ricci

State entrando in passaggio molto difficile, in questa fase del Nodo Caotico. Il pericolo per la vita planetaria è stato provocato dall’arroganza, dall’avidità e dalla stupidità umana. Ci riferiamo al disastro nel Golfo del Messico. Non vi è stata detta tutta la verità riguardo alla situazione, da parte dei vostri media o del vostro governo. La situazione è gravissima ed esistono molteplici linee temporali possibili che si intersecano con questo evento.

Desideriamo affrontarne alcune, per poi spostare la nostra attenzione su di voi, l’umano individuale. Queste possibili linee temporali di cui stiamo parlando sono malleabili, modificabili. Esse non sono scolpite nella pietra, come si suol dire. Sono moltissimi i fattori coinvolti nel disastro ecologico che sta succedendo nel Golfo; è difficile predire l’esito effettivo, così come apparirà nella vostra realtà tridimensionale. E, come abbiamo detto in precedenza, le cose possono cambiare in maniera radicale persino all’undicesima ora.

Le riserve di petrolio e di combustibile che sono state perforate sono vaste e, se non saranno contenute, si apriranno diverse possibilità.

Una delle possibilità estreme è l’estinzione di gran parte della vita marina (se non tutta) nella regione del Golfo e il trasporto dei contaminanti nell’Oceano Atlantico, tramite la Corrente del Golfo, fino alle coste Europee, in cui un elevato livello di tossicità influirà negativamente sulla vita oceanica di quelle regioni dell’Atlantico. Se la falla non verrà sigillata, l’inquinamento dell’intero Oceano Atlantico è una distinta possibilità e, alla fine, saranno compromessi gli oceani del resto del mondo. Maggiore la distanza dalla regione del Golfo, minore la tossicità. Ma una possibilità ben precisa è l’eventuale contaminazione di tutti gli oceani della Terra.

In uno scenario peggiore, il gas metano, i gas naturali di questo campo, potrebbero eruttare e spaccare il fondo oceanico, provocando uno tsunami di immensa capacità distruttiva, oltre al rilascio di gas velenosi nella regione.

Un altro scenario pessimo si verificherebbe se la spaccatura sul fondo oceanico fosse sufficientemente ampia da provocare uno slittamento tettonico, che sale dal Golfo al Mississippi fino a raggiungere i Grandi Laghi. Questo scenario sarebbe disastroso oltre ogni immaginazione.

Di nuovo, l’attuale situazione del Golfo è il diretto risultato dell’arroganza, dell’avidità e della stupidità umana, da parte delle corporazioni coinvolte in questo incidente e dovuta alla negligenza del governo. Il valore principale che guida questi interessi corporativi è il profitto, perciò si sono corsi dei rischi che non si sarebbero mai dovuti correre, se la santità della vita fosse stata inclusa nell’equazione, ma non è stato così. Purtroppo, questa è una caratteristica dell’epoca che state lasciando e voi state assistendo di prima mano all’oltraggio nei confronti delle acque della Terra, da parte di una cultura che dipende dal petrolio e da interessi corporativi che impediscono l’utilizzo di altre tecnologie, tutto in nome del profitto.

Che valore avrà il vostro denaro, se la vita è compromessa? Questo semplice test di intelligenza, a quanto pare, è stato sbagliato. Siete letteralmente sull’orlo del collasso del vecchio mondo e di una caotica nascita nel nuovo.

I Nodi Caotici sono su di voi con intensità sempre crescente. Noi li vediamo come contrazioni del parto, la nascita di una nuova Terra. E, mentre la nascita del nuovo mondo si dipana davanti a voi, se venite coinvolti in una delle contrazioni la cosa si fa difficile.

Secondo noi non esiste luogo sulla Terra che non sarà influenzato dai cambiamenti planetari, sia naturali che causati dall’uomo. Alcune aree del pianeta saranno influenzate in maniera meno intensa, ma tutto sarà alterato radicalmente. La vita sul vostro pianeta è una rete interconnessa.

Consigliamo a coloro che vivono attualmente nella regione del Golfo, fino a venti miglia verso l’interno, di essere mentalmente, emotivamente e spiritualmente pronti. Questo è un momento di intuizione e istinto ben affilati. Se avete l’intuizione di abbandonare l’area, sarà un test di intelligenza. Chi lo supererà e chi lo sbaglierà sarà semplicemente la forza impersonale dell’evoluzione in corso.

Se l’incidente nel Golfo prosegue senza essere mitigato, allora questo sarà un momento di immense difficoltà per l’intero pianeta. Quindi, anche se non vivete vicino al Golfo, questo è un momento di intuito e istinto. Il nostro suggerimento è di affinare queste capacità dentro di voi e di agire in base alle rivelazioni che vi arrivano. Ciascuno di voi sarà nel luogo, nelle circostanze e nel momento in base al proprio livello di evoluzione e a ciò che veniste a sperimentare sulla Terra.

Per quanto tetra vi possa sembrare una situazione, desideriamo trasmettervi con chiarezza questo messaggio: voi siete i co-creatori della vostra realtà. Salite nella coscienza, anche se quelli intorno a voi scendono. Se la situazione peggiora, sarà un momento difficile, in quanto aumenterà l’isteria di massa e voi dovrete trovare il cammino che sta in mezzo, lo stretto sentiero che conduce verso l’alto. In passato vi abbiamo dato consigli su come allacciare la vostra coscienza. Non ne parleremo qui. Potete cercare negli Archivi.

Adesso è ora di assumere la vostra autorità spirituale, se non l’avete ancora fatto. Viene tracciata una linea di separazione da parte dell’evoluzione. Il pianeta sta reagendo all’avidità, all’arroganza e alla stupidità umana. Gaia sopravviverà a questo. Non è chiaro se sarà lo stesso per la maggior parte dell’umanità.

Ma anche nel mezzo di questa oscurità in movimento, esistono squisite opportunità per elevarsi nella coscienza, sia come individui che come comunità umane culturalmente creative/cooperative.

Potete anche aspettarvi un costante deterioramento del vostro sistema finanziario. L’apparente recupero è stato il risultato della costruzione di un castello di carte e quel castello sta iniziando di nuovo a traballare.

Il nostro suggerimento è di non farvi spaventare dai cambiamenti che sono in arrivo per voi, ma di riconoscerli come brecce nella parete di una prigione che è stata eretta intorno a voi. Varcate queste fenditure verso la vostra libertà. Voi siete dei e dee creatori. Avete un potere immenso tra le mani, ma eravate addormentati e inconsapevoli dell’immensità che possedete. Forse, con questa crisi nel Golfo, una maggior quantità di umani si sveglierà e pretenderà la fine delle vecchie modalità che minacciano tutta la vita.

Gli Hathors
23 Giugno 2010


Pensieri e Considerazioni di Tom

Personalmente, ritengo che questo messaggio sia decisamente potente. Mentre qualcuno potrebbe pensare che questa comunicazione si basi sulla paura, io credo che si basi sull’intelligenza.

Alcuni di noi del movimento del potenziale umano (specialmente molti di quelli della nicchia etichettata New Age), pensano che non guardando i problemi potenziali, essi, in qualche maniera miracolosa, se ne andranno.

A questo proposito, mi viene in mente il mio cane, Merlin, perché anche lui credeva che non affrontare i problemi fosse un modo per risolverli. Vedete, Merlin era in parte segugio e misurava circa un metro e ottanta, dal naso alla coda e pesava circa 75 Kg. Era anche un essere molto evoluto che, sospetto, non era proprio del tutto un cane, più che altro era un angelo nei panni di un cane. Un giorno spero di scrivere un tributo a Merlin e di descrivere qualcuno dei piccoli miracoli che ha creato nelle nostre vite. Ma era anche un cane da caccia e adorava rotolarsi negli escrementi di cervo. Succedeva qualcosa, quando le feci del cervo si mescolavano con gli oli della sua pelle, che era terribile. Per lui era la miglior acqua di colonia, mentre per noi era un aroma davvero orrendo. Ah, la relatività della percezione fra umani e canini!

Oltre alla sua propensione per gli escrementi di cervo, a Merlin piaceva sedere sul divano e guardare la TV con noi. Ma, dopo i suoi incontri con il cervo, non volevamo nemmeno che sedesse con noi e, men che meno, che si sdraiasse accanto a noi.

Dopo essersi immerso nella sua…ehm…colonia, Merlino si insinuava dalla sua porticina e cercava di intrufolarsi sul divano. La cosa divertente era che guardava dalla parte opposta a noi, mentre lentamente, molto lentamente, faceva scivolare la sua carcassa sul divano. Era convinto che, se lui non ci vedeva, noi non vedessimo lui. Inevitabilmente, qualcuno della famiglia gli parlava in tono di disapprovazione “Merrrrlin!”. E, ogni volta, Merlin assumeva un’espressione di estremo shock e sorpresa, come a dire “Come hai fatto a vedermi?!”.

Molti di noi umani sono anche artisti della negazione molto dotati. Quando qualcosa è troppo difficile da affrontare, molti di noi fingono che non stia succedendo. Anche se questo potrebbe fornire un minimo di sollievo illusorio, si tratta soltanto di quello – illusione.

È assai meglio, penso, essere al corrente dei fatti in una situazione, non importa quanto grave, in modo da poterla gestire in maniera più intelligente. Ed è questo, credo, che gli Hathors ci presentano in questo messaggio.

Per la cronaca, essi non dicono (ripeto NON DICONO) che uno qualsiasi dei terribili scenari descritti diventerà una realtà di fatto. Dicono, invece, che si tratta di possibilità reali e che abbiamo bisogno di affinare la nostra intuizione e il nostro istinto viscerale mentre andiamo incontro agli effetti molteplici e multidimensionali dei Nodi Caotici (che loro hanno definito essenzialmente come livelli di caos sempre crescente).

In un dialogo con loro, dopo che mi avevano trasmesso questo messaggio, gli Hathors hanno fatto riferimento alla crisi del Golfo come ad un momento critico di potenziali creativi. Con questo essi intendono che ci sono molti esiti possibili che coesistono simultaneamente e quale di questi emergerà come realtà tridimensionale primaria è ancora da determinare.

Si spera che coloro che sono al comando troveranno un qualche modo per risolvere quest’ultimo assalto a Gaia. Ma l’intera situazione mi ricorda di un detto Olandese, che trovo particolarmente adatto quando si parla di governi e di media – cura dei funghi. A parte qualche eccezione, stanno somministrando a tutti noi la cura dei funghi – tenendoci all’oscuro e rifilandoci merda! È veramente il momento di affinare il nostro intuito e il nostro istinto per vedere oltre la cortina di fumo e determinare quali siano le azioni giuste necessarie.

Gli Hathors hanno anche menzionato, di passaggio, gli Archivi, in cui si possono reperire alcuni dei metodi che hanno condiviso per allacciare la coscienza e iniziare l’ascesa. Per risparmiarvi tempo nella ricerca, ho postato i link diretti al termine del mio commento.

Infine, vorrei raccontarvi un piccolo inconveniente che mi è successo qualche tempo fa. Ero in un edificio molto alto e ho premuto il pulsante dell’ascensore per salire. Le porte si sono chiuse, ma non è successo niente. Ho premuto di nuovo il pulsante e, di nuovo, l’ascensore si è rifiutato di muoversi. Ho imprecato contro il meccanismo e ho cominciato a prenderlo a pugni, come se potessi farlo funzionare meglio. Comunque, alla fine ho guardato il pulsante che avevo premuto. Era quello del piano su cui mi trovavo! Dopo essermi ricomposto, ho premuto delicatamente il pulsante per uno dei piani superiori e, voilà, l’ascensore è salito fino al piano che volevo.

Mettendo da parte per un momento la mia personale commedia degli errori, penso che l’episodio sia molto simile alla nostra civiltà del momento. Credo che molti di noi sappiano di dover andare ad un piano superiore, metaforicamente parlando (sia come individui che come cultura), ma continuiamo, inconsciamente, a premere lo stesso bottone.

Dovremo modificare ciò che facevamo, se vogliamo sopravvivere a questo passaggio.

Link per gli Archivi:

L’Estasi e il Cuore
Una discussione sugli stati di estasi e di gioia come catalizzatori evolutivi. La Gioia è il cammino

L’Holon dell’Equilibrio
Istruzioni su come utilizzare l’ottaedro come oggetto immaginario per stabilizzare la coscienza.

L’Holon dell’Ascensione
Istruzioni su come creare l’Holon dell’Ascensione per il movimento accelerato della coscienza

Opportunità Evolutive nei Nodi Caotici
Una discussione sulle Sintonizzazioni Dimensionali come catalizzatori psicoacustici per l’evoluzione accelerata.

La Sintonizzazione Dimensionale della Pineale
Una meditazione sonora per l’attivazione dei potenziali inutilizzati della Ghiandola Pineale

La Sintonizzazione Dimensionale del Cuore
Una meditazione sonora per l’attivazione del Chakra del Cuore come àncora energetica per una nuova Terra.


Una Coincidenza Interessante: l’unico evento Hathor di quest’anno negli Stati Uniti

Dopo aver riletto il messaggio degli Hathor, ho preso il calendario per vedere che cosa avessero detto riguardo al prossimo Hathor Intensive, il Palazzo Cristallino Interiore e l’Apertura delle Sale di Amenti, a Seattle, stato di Whashington (dal 29 al 31 Ottobre 2010). Una frase, in particolare, aveva catturato la mia attenzione, quando mi avevano parlato di questo evento:

“E’ una chiave per la mente creativa superiore ed è attraverso questo aspetto della coscienza che si possono scoprire nuove soluzioni ai problemi personali, sociali e globali”.

Si riferiscono sia al Palazzo di Cristallo (la ghiandola pineale e i suoi potenziali inutilizzati) sia all’atto di apertura delle Sale di Amenti (che danno accesso alla propria Mente Superiore). Quando mi hanno chiesto di organizzare questo evento, ho pensato che sarebbe stato molto interessante vedere le porte verso la nostra Mente Superiore che si aprivano, dato che una simile azione avrebbe instillato in noi l’ispirazione, dando a noi (e all’umanità) l’accesso a nuovi tipi di conoscenza che porterà beneficio alla vita. Non sapevo affatto che questo atto di aprire le Sale di Amenti avrebbe assunto una tonalità tanto seria – dato che ci troviamo davanti quello che potrebbe essere uno dei disastri ecologici più grandi della storia umana.

Dato che questo evento sarà anche un’importante Attivazione Planetaria degli Hathor, ci sarà l’opportunità di partecipare a distanza a questa Intenzione. Per coloro che non sono in grado di presenziare fisicamente all’evento, saranno fornite indicazioni tramite il sito, su come prendere parte al lavoro che intraprenderemo a Seattle. Se siete iscritti e ricevete i messaggi degli Hathor, riceverete automaticamente le informazioni quando saranno disponibili. Altrimenti, tornate a visitare il sito per leggere le istruzioni quando saranno pubblicate – probabilmente durante il mese di Settembre.

Per vedere la descrizione completa dell’evento andate al Calendario.

Tom Kenyon